Sabato 18 08 2018 - Aggiornato alle 12:31

michele_guardi
Michele Guardì "Quella volta che il prof. Lauretta in tv baciò la Gabor"

Il regista agrigentino racconta un gustoso episodio di molti anni fa

di Debora Randisi - 07/09/2013

“Io ero al bar del mio paese a Casteltermini in provincia di Agrigento. Ci vedevamo il 'Musichiere' su quei grandi televisori appoggiati su quelle specie di “trabattelli”, mangiando dei dolcini ed applaudendo il grande Mario Riva”. È Michele Guardì a ricordare una puntata “particolare”  all'interno della rubrica estiva “La tv del cuore” di TvBlog, partita proprio con l’artista agrigentino, in cui personaggi del mondo della televisione raccontano i loro programmi tv preferiti.

Una puntata che il nostro Michele Guardì dice essere “del cuore”, perché d’un tratto vide spuntare sul piccolo schermo un volto abbastanza familiare, a lui e a tutti gli agrigentini: il suo professore di italiano, Enzo Lauretta.

“Era presente come ospite Zsa Zsa Gabor – racconta Guardì -. Mario Riva, conduttore della trasmissione, chiese, dopo che la grande attrice aveva risposto ad alcune domande del pubblico presente in sala: C’è qualcuno fra i presenti che vuole chiedere ancora qualcosa alla nostra ospite? Si alzò un signore e con mia grande sorpresa vidi che era il mio professore di italiano, Enzo Lauretta, che disse: “Voglio dare un bacio a questa grande attrice”, lei acconsentì e lui salì sul palco”.

All’epoca Guardì era un ragazzo sedicenne, ma già molto ambizioso. “Io in quello studio ci andrò a lavorare e ci farò dei programmi”, racconta a Tvblog di aver detto in quel momento, davanti agli occhi sbigottiti e allo scherno dei presenti. “Quando vidi il mio professore di italiano dentro quello studio ho subito pensato: ecco in qualche modo ci ho già messo piede, adesso arrivo io”.

Un sogno che si avvera quello del nostro conterraneo. Proprio in quello studio, lo “Studio 1” di via Teulada, Guardì ci lavora ormai da 20 anni, facendo i suoi programmi come i “Fatti vostri” e tanti altri.

SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

ARTICOLI CORRELATI

Addio a Enzo Lauretta
L'ultima intervista

scrivi alla redazione